Chi ha diritto alla pensione di reversibilità

I beneficiari della pensione di reversibilità sono principalmente il coniuge superstite, i figli, inclusi quelli naturali riconosciuti, adottivi o affiliati, e, in alcuni casi, anche i genitori o i fratelli e sorelle, a condizione che siano stati a carico del defunto.

Per i coniugi, non vi sono limiti di età per accedere a questa prestazione; tuttavia, la durata e l’ammontare possono variare in base alla durata del matrimonio o all’esistenza di figli. Per i figli, il diritto sussiste fino al compimento dei 18 anni, sebbene possano essere previste proroghe in casi specifici, come per il proseguimento degli studi o in presenza di invalidità.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *